News

Mostra CORZANO I CASTELLI LE MAESTA’

1239376_734431389950207_7789013982619478750_n

Dal 09 al 17 Agosto presso le scuole elementari di San Piero in Bagno, sarà visitabile al pubblico la mostra dal titolo CORZANO I CASTELLI LE MAESTA’. Testimonianze di storia di un territorio. Anche quest’anno la nostra associazione come già testimoniato nelle mostre degli anni precedenti, ripropone un appuntamento con la storia e le tradizioni del nostro territorio, con particolare riferimento, in questa occasione ai castelli che con la loro poderosa mole erano baluardi innalzati a difesa delle terre e contrade del nostro territorio, dei quali oggi purtroppo, rimane solo qualche residua vestigia a ricordarne il loro antico potere e splendore.
Uno spazio della mostra è stato dedicato alle Maestà, simboli silenziosi e diffusi della devozione popolare , che altrove prendono il nome di pilastrini, tabernacoli, edicole, posti lungo i sentieri, le strade, i bivi, le sorgenti, nei passi, nei poderi nei luoghi di disgrazie o come ringraziamento per avere chiesto o ricevuto una grazia. Un censimento è stato fatto dalla amministrazione comunale e anche da appassionati cittadini , ma schedare compitamente questo prezioso patrimonio disperso nel territorio non è facile compito, pertanto abbiamo pensato di fare qualcosa in proposito in occasione della mostra, chiedendo ai visitatori di contribuire segnalandoci notizie o ricordi riconducibili alle maestà, con il presupposto di farne in futuro una pubblicazione.
Un capitolo particolare della mostra è stato dedicato alla maiolica invetriata dei Della Robbia, collocata fino al 1882, anno del furto, nella chiesetta di Corzano dedicata a San Bartolomeo. La nostra associazione ha già preso contatti con alcuni laboratori di Firenze, Faenza, Deruta, specializzati nella riproduzione delle terrecotte invetriate al fine di valutare i costi, che appaiono non indifferenti, in quanto abbiamo in programma la realizzazione e ricollocazione presso il santuario di una fedele copia come quella che vi esisteva.
Visitate numerosi la mostra, non resterete delusi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *